"PERSONALE OPERATIVO ADDETTO ALLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE, SMALTIMENTO E BONIFICA MATERIALE CONTENENTI AMIANTO" e "ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE, SMALTIMENTO E BONIFICA MATERIALE CONTENENTI AMIANTO"

I corsi, rivolti a dipendenti d’imprese edili, sono finalizzati all’acquisizione delle tecniche per la  rimozione, smaltimento e bonifica dell’amianto.



Dice la legislazione per LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI E L’IDONEITÀ DELLE DITTE:
Le imprese che effettuano bonifica da amianto sono tenute a far svolgere gli interventi di bonifica ad operatori in possesso del titolo di abilitazione rilasciato a seguito della partecipazione ad appositi corsi di formazione professionale, promossi nelle forme e con le modalità’ consuete.
I corsi in questione secondo quanto disposto dall’art.10, comma 1 del D.P.R. 8 Agosto1994, vengono articolati in relazione al livello professionale del personale a cui sono diretti: a) Operativo,rivolto ai lavoratori addetti alle attività di rimozione,smaltimento e bonifica;
b) Gestionale, rivolto a chi dirige sul posto le attività di rimozione,smaltimento e bonifica.
I corsi di livello operativo sono mirati all’acquisizione della sensibilizzazione alla sicurezza e alla consapevolezza del rischio,nonché all’uso corretto dei sistemi di protezione e al rispetto delle procedure operative. Devono prevedere la trattazione almeno dei seguenti argomenti:
a) Rischi per la salute causati dall’esposizione a fibre di amianto;
b) Sistemi di prevenzione con particolare riguardo all’uso corretto dei mezzi di protezione respiratoria;
c) Finalità del controllo sanitario dei lavoratori;
d) Corrette procedure di lavoro nelle attività di bonifica e smaltimento.
I corsi destinati al livello operativo hanno una durata minima di trenta ore.
I corsi di livello gestionale sono differenziati per gli addetti alle attività di bonifica (rimozione o altre modalità) di edifici, impianti, strutture, ecc. coibentati con amianto e per gli addetti alle attività di smaltimento dei rifiuti di amianto.
Tali corsi comprendono anche le responsabilità e i compiti della direzione delle attività, i sistemi di controllo e di collaudo, i criteri di scelta dei sistemi di protezione. Prevedono la trattazione almeno dei seguenti argomenti:
a) Rischi per la salute causati dall’esposizione a fibre di amianto;
b) Normative per la protezione dei lavoratori e la tutela dell’ambiente: obblighi e responsabilità dei diversi soggetti, rapporti con l’organo di vigilanza;
c) Gestione degli strumenti informatici previsti dalle norme vigenti;
d) Metodi di misura delle fibre di amianto;
e) Criteri,sistemi e apparecchiature per la prevenzione dell’inquinamento ambientale e la protezione collettiva dei lavoratori:isolamento delle aree di lavoro, unità di decontaminazione, estrattori e sistemi di depressione;
f) Mezzi di protezione personale, ivi compresi loro controllo e manutenzione ;
g) Corrette procedure di lavoro nelle attività di manutenzione,controllo,bonifica e smaltimento;
h) Prevenzione e gestione degli incidenti e delle situazioni di emergenza.
I corsi destinati ai livelli gestionali hanno una durata minima di cinquanta ore.
Il rilascio dei relativi titoli di abilitazione avviene da parte delle Regioni o Provincie autonome previa verifica finale dell’acquisizione degli elementi di base relativi alla sicurezza e alla prevenzione del rischio da amianto con riferimenti specifici all’attività cui saranno addetti i discenti.

 
         
     
Chiudi la finestra